Maglie – cortegrandeonline.it http://www.cortegrandeonline.it Periodico di informazione della provincia di Lecce Mon, 12 Mar 2018 12:05:25 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.7.20 Barawards 2017: Cubi di Maglie vince il premio “Bar rivelazione dell’anno” http://www.cortegrandeonline.it/barawards-2017-cubi-maglie-vince-premio-bar-rivelazione-dellanno/ http://www.cortegrandeonline.it/barawards-2017-cubi-maglie-vince-premio-bar-rivelazione-dellanno/#respond Tue, 12 Dec 2017 18:51:00 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20307 Oltre 300 persone, provenienti da tutta Italia, per celebrare Barawards 2017, il premio promosso da Bargiornale per valorizzare la professionalità e l’innovazione in bar, ristoranti e hotel italiani. Giunto quest’anno alla terza edizione, una “big” giuria di professionisti del settore ed esperti del food & beverage che insieme al voto on-line, ha premiato i migliori talenti tra barman, […]

L'articolo Barawards 2017: Cubi di Maglie vince il premio “Bar rivelazione dell’anno” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Oltre 300 persone, provenienti da tutta Italia, per celebrare Barawards 2017, il premio promosso da Bargiornale per valorizzare la professionalità e l’innovazione in bar, ristoranti e hotel italiani. Giunto quest’anno alla terza edizione, una “big” giuria di professionisti del settore ed esperti del food & beverage che insieme al voto on-line, ha premiato i migliori talenti tra barman, cuochi, pasticceri e manager della ristorazione.

Ieri 11 dicembre, nella serata di gala che si è tenuta all’interno dell’Unicredit Pavilion, nel cuore del futuristico quartiere dei grattacieli di Milano, in piazza Gae Aulenti, ad aggiudicarsi il premio rivelazione dell’anno nella categoria bar, è il Cubi di Maglie, il cocktail bar gestito dal team Diego Melorio, Andrea Carlucci, Francesco Coluccia, Stefano Leo, Mirco Rizzolomini.

Una grande serata per il Cubi di Maglie, che riceve un premio prestigioso nel mondo dei bar, proprio al suo primo anno di vita. Il Cubi nasce a metà maggio, sulla stessa formula del Quantobasta di Lecce, ideato da Diego Melorio e Andrea Carlucci, ed è con la stessa filosofia che ha ottenuto questo ambito riconoscimento. Grande è la soddisfazione dei vincitori che ancora una volta hanno dato dimostrazione di aver fatto un buon lavoro.

 

L'articolo Barawards 2017: Cubi di Maglie vince il premio “Bar rivelazione dell’anno” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/barawards-2017-cubi-maglie-vince-premio-bar-rivelazione-dellanno/feed/ 0
Tragedia a Maglie: anziano falegname cade dal terrazzo di casa e muore http://www.cortegrandeonline.it/tragedia-maglie-anziano-falegname-cade-dal-terrazzo-casa-muore/ http://www.cortegrandeonline.it/tragedia-maglie-anziano-falegname-cade-dal-terrazzo-casa-muore/#respond Tue, 28 Nov 2017 14:28:54 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20046 Cade dal terrazzo di casa e perde la vita. La vittima è Orlando Agrosi, 83 anni di Maglie. L’incidente è avvenuto qualche ora fa nella sua casa di Maglie in via Nicola Ferramosca. Il falegname in pensione, questa mattina intorno alle 11, era salito su suo terrazzo per eseguire alcuni lavori domestici. Per cause ancora da accertare, l’uomo […]

L'articolo Tragedia a Maglie: anziano falegname cade dal terrazzo di casa e muore proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Cade dal terrazzo di casa e perde la vita. La vittima è Orlando Agrosi, 83 anni di Maglie. L’incidente è avvenuto qualche ora fa nella sua casa di Maglie in via Nicola Ferramosca.

Il falegname in pensione, questa mattina intorno alle 11, era salito su suo terrazzo per eseguire alcuni lavori domestici. Per cause ancora da accertare, l’uomo ha perso l’equilibrio ed è precipitato. Inevitabile il volo di diversi metri e poi lo schianto su un’automobile parcheggiata per strada. L’impatto è stato fatale.

Chiamati i soccorsi, sul posto è arrivato subito il personale medico del 118, ma i tentativi di salvare l’uomo sono stati inutili, il cuore dell’anziano ha cessato di battere poco dopo. Gli agenti della polizia locale e i carabinieri stanno effettuando tutti gli accertamenti del caso per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

L'articolo Tragedia a Maglie: anziano falegname cade dal terrazzo di casa e muore proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/tragedia-maglie-anziano-falegname-cade-dal-terrazzo-casa-muore/feed/ 0
Maglie: “Alla ricerca della Memoria” http://www.cortegrandeonline.it/maglie-alla-ricerca-della-memoria/ http://www.cortegrandeonline.it/maglie-alla-ricerca-della-memoria/#respond Wed, 11 Oct 2017 10:18:55 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=19657 “Alla Ricerca della Memoria” sarà il tema del secondo appuntamento dedicato all’arte e alle neuroscienze, che si terrà a Maglie, nel Salento, dal 13 al 20 ottobre prossimo. Una settimana con conferenze pubbliche del dottore Francesco Sticchi, ogni sera alle 20, ed esposizione di originali incisioni del maestro cartaio e incisore Andrea De Simeis, dalle […]

L'articolo Maglie: “Alla ricerca della Memoria” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Alla Ricerca della Memoria” sarà il tema del secondo appuntamento dedicato all’arte e alle neuroscienze, che si terrà a Maglie, nel Salento, dal 13 al 20 ottobre prossimo. Una settimana con conferenze pubbliche del dottore Francesco Sticchi, ogni sera alle 20, ed esposizione di originali incisioni del maestro cartaio e incisore Andrea De Simeis, dalle 19 alle 22, che ruotano intorno al tema della memoria. Sarà inaugurato venerdì 13 ottobre alle 19, presso la sala della Fondazione “Fansinaptico” per l’Arte e le Neuroscienze di Maglie, questo evento ideato dal Dottor Sticchi, medico chirurgo e presidente della Fondazione che si propone come luogo di incontro e dialogo interculturale per le giovani generazioni, come laboratorio di sperimentazione e ibridazione di nuovi linguaggi espressivi, attraverso un nuovo rapporto Arte-Cervello, che stimoli l’interesse per la conoscenza del funzionamento della mente umana e della sua dinamica relazione con il corpo e l’ambiente.

Si individua ogni volta un tema: così dopo le serate di giugno con relativa mostra dedicata alla “Elaborazione cerebrale delle immagini visive”, a ottobre sarà la memoria, argomento di confronto. L’apprendimento e la memoria sono fondamentali per la nostra identità sia come individui, sia come società umana con la sua memoria collettiva e culturale, anche perché è l’essenza della nostra vita mentale. Si scoprirà come i neuroni riescano a immagazzinare l’informazione sensoriale ricevuta dal mondo esterno, passando dalla memoria a breve termine a quella a lungo termine per tutto ciò che è significativo alla vita di relazione e all’intelligenza. Facendo riferimento agli studi dei premi Nobel per la memoria Eric Kandel, John O’Keefe, Arvid Carlsson e Paul Greengard, si percorreranno le fasi dei cambiamenti che si verificano quando apprendiamo con le fasi di stimolazione neuronale mediante il rafforzamento delle sinapsi che cambiano con l’allenamento e l’esperienza, per poi passare attraverso la sintesi di nuove proteine, dirette dai messaggi del DNA del neurone, che andranno a formare nuove sinapsi per l’immagazzinamento a lungo termine, spiegando i vari passaggi molecolari.

Si parlerà del ruolo fondamentale dell’ippocampo per la formazione della memoria in generale e della memoria spaziale, come sia smistatore di pacchi di memoria in tutto il cervello, dove l’engramma sarà immagazzinato. La vita è tutta memoria, tranne il momento che passa e lo studio è il miglior potenziamento cognitivo per arginare l’oblio. In fondo il cervello è l’Hardware Biologico e con l’età la cognizione diventa sempre più corticale con privilegio dell’emisfero sinistro, facendo sì che la mente diventi più forte con l’avanzare dell’età grazie all’aumento dei modelli cognitivi immagazzinati con l’esperienza, dandoci il paradosso della saggezza, in quanto la persona anziana dà un contributo strategico alla sopravvivenza della specie. Perciò dobbiamo usare bene il cervello e sfruttarlo al meglio perché la sua regola è “se non lo usi, lo perdi e tenere attiva la neuro plasticità sottoponendo la mente a continue sfide mentali, volando alto col pensiero e aiutandoci con lo studio, l’atletica e l’arte”. La mostra allestita è il lavoro realizzato dal maestro Andrea De Simeis per l’elegante Bio Resort Naturalis di Martano: una serie di incisioni dal titolo Torchine Bianche Naturalis. Vecchi coperchi di pentole e fondi consumati di caldaie sono destinati a nuovo impiego; decorati a punta secca e bulino, vengono poi stampati al torchio a stella su preziosa carta cotone vergata a mano. I motivi decorativi si ispirano tanto alle antiche ceramiche orientali, quanto ai modelli di raffinati ricami. Il risultato in stampa si esalta nei tenui colori, stemperati con lacche trasparenti, in dialogo con le delicate cromie dello spazio. Ingresso gratuito

L'articolo Maglie: “Alla ricerca della Memoria” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/maglie-alla-ricerca-della-memoria/feed/ 0
Da Auschwitz a Maglie il passo è breve, scritta nazista davanti ad un centro per migranti http://www.cortegrandeonline.it/auschwitz-maglie-passo-breve-scritta-nazista-davanti-ad-un-centro-migranti/ http://www.cortegrandeonline.it/auschwitz-maglie-passo-breve-scritta-nazista-davanti-ad-un-centro-migranti/#respond Thu, 05 Oct 2017 11:28:11 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=19573 “Arbeit macht frei”, dal tedesco: ‘Il lavoro rende liberi’. Era questo il motto posto all’ingresso di numerosi campi di concentramento nazisti durante la seconda guerra mondiale. La scritta assunse nel tempo un forte significato simbolico, sintetizzando in modo beffardo le menzogne dei campi di concentramento, nei quali i lavori forzati, la condizione disumana di privazione dei prigionieri e il destino […]

L'articolo Da Auschwitz a Maglie il passo è breve, scritta nazista davanti ad un centro per migranti proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
“Arbeit macht frei”, dal tedesco: ‘Il lavoro rende liberi’. Era questo il motto posto all’ingresso di numerosi campi di concentramento nazisti durante la seconda guerra mondiale. La scritta assunse nel tempo un forte significato simbolico, sintetizzando in modo beffardo le menzogne dei campi di concentramento, nei quali i lavori forzati, la condizione disumana di privazione dei prigionieri e il destino finale di morte, contrastavano con il significato opposto del motto stesso. La frase è tratta dal titolo di un romanzo del 1872 dello scrittore tedesco Lorenz Diefenbach e venne usata per la prima volta a Dachau, nel 1933, nel campo di concentramento che vi fu costruito. Solo nel 1940 la scritta venne utilizzata anche per Auschwitz. I prigionieri che lasciavano il campo per recarsi al lavoro, o che vi rientravano, erano costretti a sfilare sotto il cancello d’entrata, a volte accompagnati dal suono di marce marziali eseguite da un’orchestra di deportati appositamente costituita.

Foto da leccesette.it

Foto da leccesette.it

Epoche storiche lontane, momenti drammatici della nostra umanità che dovrebbero soltanto essere dimenticate. Ed invece, purtroppo ancora troppo spesso, c’è chi si diverte a ricordare un passato così doloroso e lo fa anche senza vergogna o un minimo di pietà. Che questo succeda poi nel nostro territorio, nel nostro amato Salento, lascia ancora più sbigottiti. Ed è proprio la scritta “Arbeit macht frei” ad essere riproposta in un muro di Maglie. Una scritta dal tono e dal contenuto inequivocabile ed inquietante che è comparsa nelle scorse ore in Via Domenico Savio nella cittadina salentina. Riportare alla mente la scritta che si trovava ad Auschwitz all’ingresso dei deportati in una cittadina civile come Maglie appare quantomeno un gesto stupido e avventato e che non può far altro che aumentare intolleranza e odio all’interno di un’inutile e strumentale guerra tra poveri.

La scritta inquietante è apparsa in questa via di Maglie nelle vicinanze di un centro adibito all’accoglimento di migranti. Ed è proprio questa la nuova frontiera del razzismo e dell’intolleranza che sfoga tutto la sua frustrazione verso l’extracomunitario, reo, secondo il pensiero comune dettato dall’odio verso chi è diverso, di averci rubato il lavoro, i soldi, in alcuni casi anche la casa ed effettuare violenza verso donne e bambini. La stessa frase in tedesco, infattim è stata riprodotta con una vernice nera sul muro di un’abitazione che sorge a pochi passi da una struttura adibita all’accoglienza di migranti. Parole e riferimenti sinistri che appaiono come un messaggio minaccioso. Nei giorni scorsi l’arrivo dei migranti ha suscitato le reazioni di una parte della cittadinanza, contraria all’accoglienza: tensioni esplose anche su alcune pagine social e che, molto probabilmente, sono all’origine di questa recrudescenza razzista.

L'articolo Da Auschwitz a Maglie il passo è breve, scritta nazista davanti ad un centro per migranti proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/auschwitz-maglie-passo-breve-scritta-nazista-davanti-ad-un-centro-migranti/feed/ 0
Maglie: vecchio Ospedale diventerà PTA, pronto il progetto di 7 milioni http://www.cortegrandeonline.it/maglie-vecchio-ospedale-diventera-pta-pronto-progetto-7-milioni/ http://www.cortegrandeonline.it/maglie-vecchio-ospedale-diventera-pta-pronto-progetto-7-milioni/#respond Thu, 05 Oct 2017 10:17:37 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=19568 L’ex ospedale di Maglie diventerà un presidio territoriale d’assistenza, progetto di riconversione di 7 milioni. Il vecchio Ospedale di Maglie cambierà pelle e missione, trasformandosi in Presidio Territoriale di Assistenza (PTA) così come previsto dal regolamento regionale n° 14 del 4 giugno 2015. E’ quanto stabilisce il provvedimento con cui la Direzione Generale della ASL […]

L'articolo Maglie: vecchio Ospedale diventerà PTA, pronto il progetto di 7 milioni proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
L’ex ospedale di Maglie diventerà un presidio territoriale d’assistenza, progetto di riconversione di 7 milioni.

Il vecchio Ospedale di Maglie cambierà pelle e missione, trasformandosi in Presidio Territoriale di Assistenza (PTA) così come previsto dal regolamento regionale n° 14 del 4 giugno 2015. E’ quanto stabilisce il provvedimento con cui la Direzione Generale della ASL Lecce ha dato il via libera al progetto da 7 milioni di euro, finanziato con fondi FESR 2014-2020, che va a completare il piano di riconversione di tutti gli ex presidi ospedalieri dismessi.

Il progetto prevede un cospicuo investimento per l’adeguamento dell’ex ospedale alle necessità strutturali e logistiche di un moderno PTA. L’intervento di riqualificazione costerà 3,9 milioni di euro, da destinare in buona parte ad opere edili (1.845.000 euro), adeguamento strutturale e consolidamento (340.000), interventi antincendio (950.000) e rifacimento impianti (681.000).

Il PTA potrà così ospitare 28 posti letto di Residenza Sanitaria Assistita R1, un servizio specialistico per persone gravemente non autosufficienti in ventiloterapia meccanica e assistita, peg, pazienti affetti da malattie neurodegenerative progressive, 12 posti letto dedicati all’Unità di Degenza Territoriale per adulti (UDT) e altri 15 per attività di Hospice.

La riconversione sarà accompagnata da un investimento corposo in tecnologie, che consentirà il potenziamento della diagnostica per immagine e il collegamento in rete. In programma c’è l’acquisto di forniture diagnostiche e sanitarie per 1.155.000 euro, arredi per 175mila euro, allacci e adeguamenti delle apparecchiature elettromedicali per 50mila euro. In particolare, è prevista l’acquisizione di una Risonanza Magnetica articolare, una Tac, sei ecotomografi di fascia alta, due ecotomografi portatili sempre di fascia alta, un colonscopio per screening, 11 defibrillatori automatici, 7 elettrocardiografi, un mammografo digitale, un tavolo operatorio mobile per attività di Day Service e diverse altre apparecchiature che arricchiranno, notevolmente, il parco tecnologico del Distretto Socio Sanitario di Maglie diretto da Aldo Schiavano.

«La rifunzionalizzazione dell’ex presidio – spiega il direttore del Distretto – è già in essere. Con il recente accordo sottoscritto tra la ASL ed i sindaci dei comuni di Maglie e Poggiardo, il DSS sarà orientato prevalentemente a potenziare i Day Service chirurgici di Oculistica e di Chirurgia Plastica. E’ già stata allestita la seconda sala operatoria dotata anch’essa di microscopio operatorio, di facoemulsificatore e dell’attrezzatura specifica collegata di recente. Le tre sale operatorie attive, inoltre, sono state dotate di due monitor multiparametrici e due monitor defibrillatori e, per quanto riguarda l’Unità di degenza territoriale, siamo in attesa di acquisire dal comune il certificato di agibilità per procedere celermente a richiedere l’autorizzazione e l’accreditamento alla Regione».

«Il programma di investimenti nella Sanità territoriale – commenta il Direttore Generale Silvana Melli – sta andando avanti come previsto e in accordo con le linee dettate dalla Regione Puglia. Con la scheda-progetto di Maglie chiudiamo il cerchio della destinazione degli ex ospedali salentini dismessi, ai quali stiamo concretamente dando la possibilità di giocare un ruolo nuovo nel disegno complessivo della Sanità Pubblica pugliese. Maglie, assieme agli altri presidi salentini trasformati in PTA, sarà uno dei capisaldi dell’offerta sanitaria nel Territorio, diversa ma necessariamente complementare rispetto a quella realizzata negli Ospedali»

L'articolo Maglie: vecchio Ospedale diventerà PTA, pronto il progetto di 7 milioni proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/maglie-vecchio-ospedale-diventera-pta-pronto-progetto-7-milioni/feed/ 0
Bomba davanti all’abitazione di un commerciante di Maglie http://www.cortegrandeonline.it/bomba-davanti-allabitazione-un-commerciante-maglie/ http://www.cortegrandeonline.it/bomba-davanti-allabitazione-un-commerciante-maglie/#respond Fri, 08 Sep 2017 12:31:40 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=19166 Maglie – Una bomba fatta esplodere nelle ore pomeridiane davanti all’abitazione di un commerciante. E’ successo ieri a Maglie, quando intorno alle ore 15 in via De Matteis, nelle vicinanze dell’Ospedale, è esploso un ordigno artigianale posto davanti all’abitazione privata di un commerciante 40enne. Sul posto sono intervenuti gli specialisti del Nucleo Artificieri che hanno provveduto a […]

L'articolo Bomba davanti all’abitazione di un commerciante di Maglie proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Maglie – Una bomba fatta esplodere nelle ore pomeridiane davanti all’abitazione di un commerciante.

E’ successo ieri a Maglie, quando intorno alle ore 15 in via De Matteis, nelle vicinanze dell’Ospedale, è esploso un ordigno artigianale posto davanti all’abitazione privata di un commerciante 40enne. Sul posto sono intervenuti gli specialisti del Nucleo Artificieri che hanno provveduto a mettere in sicurezza l’intera area, mentre i vigili del fuoco hanno spento l’incendio propagatosi dopo l’esplosione.

I carabinieri del Nucleo Operativo di Maglie stanno indagando sull’esplosione e nel tentativo di fare luce sull’accaduto verranno presi in esame i filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. Secondo i primi accertamenti degli investigatori sembrerebbe sia stato un atto intimidatorio.

Non ci sono stati feriti, perchè al momento dello scoppio non erano presenti passanti. L’esplosione ha comunque provocato dei danni all’immobile. “Un gesto inspiegabile” – commentano gli abitanti del posto. A quanto si apprende, il commerciante non avrebbe ricevuto atti intimidatori in passato.

L'articolo Bomba davanti all’abitazione di un commerciante di Maglie proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/bomba-davanti-allabitazione-un-commerciante-maglie/feed/ 0
Nuovo ospedale nel Salento. Stomeo e Toma tornano alla carica e scrivono ad Emiliano http://www.cortegrandeonline.it/ospedale-nel-salento-stomeo-toma-tornano-alla-carica-scrivono-ad-emiliano/ http://www.cortegrandeonline.it/ospedale-nel-salento-stomeo-toma-tornano-alla-carica-scrivono-ad-emiliano/#respond Thu, 07 Sep 2017 10:19:20 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=19157 Il tempo è scaduto, ora c’è bisogno di chiarezza. È questo il pensiero di molti sindaci o esponenti della sanità salentina su un argomento che sta molto a cuore ai cittadini del Tacco d’Italia, un argomento di cui si discute da tantissimo tempo, sicuramente troppo tempo. Il Salento ha bisogno di una struttura ospedaliera in […]

L'articolo Nuovo ospedale nel Salento. Stomeo e Toma tornano alla carica e scrivono ad Emiliano proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Il tempo è scaduto, ora c’è bisogno di chiarezza. È questo il pensiero di molti sindaci o esponenti della sanità salentina su un argomento che sta molto a cuore ai cittadini del Tacco d’Italia, un argomento di cui si discute da tantissimo tempo, sicuramente troppo tempo. Il Salento ha bisogno di una struttura ospedaliera in più ed è ormai passato più di un anno da quando il consigliere regionale del Pd, Sergio Blasi, ha chiesto ufficialmente al Presidente della Regione Puglia, nonché delegato alla Sanità, Michele Emiliano di dare risposte in merito alla realizzazione di un nuovo ospedale che possa servire una fetta di popolazione e territorio impoverito dal Riordino dei nosocomi. Le risposte ancora non sono arrivate e, stanchi di questa situazione, a far la voce grossa sono due primi cittadini salentini, Ivan Stomeo, sindaco di Melpignano ed Ernesto Toma, primo cittadino di Maglie.

I due sindaci, in un’ottica di collaborazione che vuole andare al di là delle appartenenze politiche, sono sul piede di guerra e annunciano proteste, esprimendo così il loro dissenso verso questo immobilismo che paralizza la sanità salentina. Toma e Stomeo attaccano: “Avvertiamo la necessità di porre in essere ogni iniziativa a tutela dell’immagine del nostro territorio e della dignità dei nostri cittadini, che da troppo tempo vengono quotidianamente presi in giro da una Regione assente, immobile ed insensibile e lo faremo dentro e fuori dai palazzi, nella consapevolezza che la salute della gente valichi ogni frontiera politica. Porteremo i cittadini nelle piazze a protestare contro chi pensa di prendersi beffa del Salento, che oramai sembra condannato ad un destino di isolamento. Non tarderemo a fare le barricate. Il tempo è scaduto”.

I due primi cittadini, dopo aver approvato nei rispettivi consigli comunali una delibera con la quale invitavano Emiliano a dare risposte in merito al nuovo Ospedale del Salento, non tardano a rincarare la dose: “Abbiamo deciso di approvare una delibera condivisa per invitare il Presidente Emiliano a dar seguito a due differenti atti, approvati dalla Giunta Regionale nel 2012 e nel 2015, che prevedevano non solo la realizzazione del nuovo Ospedale del Salento, ma anche l’individuazione dell’area, compresa tra Maglie e Melpignano, dove sarebbe dovuto sorgere. Attendiamo di capire dal Presidente, nonché assessore alla Sanità, quali siano le sue reali volontà, dal momento che, in barba alle delibere approvate da due Giunte differenti, in occasione delle visite ai nosocomi del barese, del febbraio scorso, ebbe a dichiarare: “…dobbiamo costruire un nuovo ospedale ad Andria, perché abbiamo bisogno in quest’area di un ospedale di secondo livello. Non è prevista la costruzione di altri nuovi ospedali da nessuna parte”. Una doccia gelata, insomma, per il territorio salentino già fortemente provato da chiusura di nosocomi e reparti strategici.

L'articolo Nuovo ospedale nel Salento. Stomeo e Toma tornano alla carica e scrivono ad Emiliano proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/ospedale-nel-salento-stomeo-toma-tornano-alla-carica-scrivono-ad-emiliano/feed/ 0
Marcia dei trattori blocca il traffico: protesta il Comitato Olivicoltori Salentini http://www.cortegrandeonline.it/marcia-dei-trattori-blocca-traffico-protesta-comitato-olivicoltori-salentini/ http://www.cortegrandeonline.it/marcia-dei-trattori-blocca-traffico-protesta-comitato-olivicoltori-salentini/#respond Fri, 04 Aug 2017 13:25:46 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=18746 Manifestazione di protesta questa mattina, organizzata dal Comitato Olivicoltori Salentini, per chiedere alle Istituzioni Regionali azioni incisive contro l’epidemia da xylella fastidiosa, che sta distruggendo gli ulivi ed un intero settore. La marcia che ha coinvolto decine di trattori, è partita alle prime luci del mattino dalla piazza di Martano fino ad arrivare allo stadio di Maglie. Molte aziende agricole ed […]

L'articolo Marcia dei trattori blocca il traffico: protesta il Comitato Olivicoltori Salentini proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Manifestazione di protesta questa mattina, organizzata dal Comitato Olivicoltori Salentini, per chiedere alle Istituzioni Regionali azioni incisive contro l’epidemia da xylella fastidiosa, che sta distruggendo gli ulivi ed un intero settore.

La marcia che ha coinvolto decine di trattori, è partita alle prime luci del mattino dalla piazza di Martano fino ad arrivare allo stadio di Maglie. Molte aziende agricole ed un intero comparto economico, come testimoniato dagli imprenditori presenti, stanno per morire per colpa della xylella e dell’inefficienza delle Istituzioni Regionali, dichiara il comitato.

Un movimento, quello degli operatori olivicoli salentini, nato spontaneamente e che ora alza la voce: “l’Unione europea ha aperto una nuova procedura di infrazione contro l’Italia, in quanto le ISTITUZIONI REGIONALI non hanno messo in atto le procedure per fermare l’avanzata verso nord della xylella, per questo, probabilmente, non ci sarà in tempi brevi l’autorizzazione al reimpianto di nuove cultivar tolleranti alla xylella nella zona dichiarata infetta. Inoltre i 32 milioni di euro destinati alla misura 4.1 del PSR PUGLIA 2014-2020 per l’olivicoltura salentina, non si sa quando verranno messi a disposizione degli agricoltori. I 12 milioni circa messi a disposizione dal Ministero delle politiche agricole e forestali in applicazione del Decreto Legislativo 102/2004, non sono ancora stati erogati e ci sono alcuni agricoltori che per inefficienza delle amministrazioni (dovevano provvedere all’istruzione delle domande presentate nel settembre del 2015) non riescono, ancora, a completare la domanda di contributo sul portale regionale.

“I bandi regionali delle misure 6.1 e pacchetto giovani e 4.1.A ( pubblicati il 25/07/2016) – afferma il Comitato – ad oggi ancora non si sono chiusi e anzi abbiamo notizie dai tecnici agricoli che lavorano sul portale regionale che la compilazione dell’ETP ( Elaborato Tecnico Informatico) procede con difficoltà. La misura 5 del PSR Puglia 2014-2020( comunque con dotazioni irrisorie) giace nei cassetti dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia”.

Il Comtitato degli Olivicoltori chiede che la Regione Puglia si adoperi, con URGENZA, per permettere agli olivicoltori di impiantare ( anche a proprie spese) olivi delle cultivar riconosciute tolleranti al batterio, quali Leccino e Favolosa, con sesti tradizionali, intensivi o superintensivi. Oltre a semplificare la procedura di espianto degli alberi in zona infetta, evitando che vengano addebitati ulteriori costi per certificare, a mezzo analisi PCR, la presenza del batterio.

“Dichiarare permanente lo stato di calamità naturale con conseguenti sgravi fiscali, previdenziali e moratoria dei mutui bancari per tutti i soggetti della filiera; una seconda declaratoria di stato di calamità naturale, che ricomprenda le aree dichiarate infette negli ultimi due anni”. Questo l’appello a tutti i Consiglieri Regionali Salentini, ai Parlamentari e a tutte le istituzioni.

L'articolo Marcia dei trattori blocca il traffico: protesta il Comitato Olivicoltori Salentini proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/marcia-dei-trattori-blocca-traffico-protesta-comitato-olivicoltori-salentini/feed/ 0
L’Olivicoltura salentina e la sfida generazionale. Il ruolo dell’istruzione agraria e della formazione universitaria http://www.cortegrandeonline.it/lolivicoltura-salentina-la-sfida-generazionale-ruolo-dellistruzione-agraria-della-formazione-universitaria/ http://www.cortegrandeonline.it/lolivicoltura-salentina-la-sfida-generazionale-ruolo-dellistruzione-agraria-della-formazione-universitaria/#respond Wed, 22 Mar 2017 11:24:28 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=16948 Avrà luogo a Lecce, venerdì 24 marzo, alle ore 9, presso l’Hotel Hilton Graden Inn, il seminario dal titolo “L’Olivicoltura salentina e la sfida generazionale, il ruolo dell’istruzione agraria e della formazione universitaria” con la partecipazione di autorevoli rappresentanti del mondo scolastico-accademico, delle attività produttive e delle Istituzioni del territorio. Apol, Cia ed Italia Nostra […]

L'articolo L’Olivicoltura salentina e la sfida generazionale. Il ruolo dell’istruzione agraria e della formazione universitaria proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Avrà luogo a Lecce, venerdì 24 marzo, alle ore 9, presso l’Hotel Hilton Graden Inn, il seminario dal titolo “L’Olivicoltura salentina e la sfida generazionale, il ruolo dell’istruzione agraria e della formazione universitaria” con la partecipazione di autorevoli rappresentanti del mondo scolastico-accademico, delle attività produttive e delle Istituzioni del territorio.

Apol, Cia ed Italia Nostra – Sezione Sud Salento, condividendo un percorso comune, hanno promosso, nel periodo dicembre 2016 – marzo 2017, un calendario di appuntamenti tecnico – programmatici al fine di sensibilizzare gli studenti e sollecitare gli imprenditori agricoli e le Istituzioni a collaborare e a fare sistema, nella prospettiva di una nuova olivicoltura basata su una rinnovata sostenibilità economica, ambientale e sociale. Le tre organizzazioni hanno inteso inoltre sottolineare il bisogno di formare giovani preparati, diplomati e/o laureati, capaci in primo luogo di valorizzare la propria intelligenza e preparazione generale, acquisendo competenze specialistiche mirate alle attività da svolgere.

A questo scopo sono stati organizzati quattro corsi per aspiranti assaggiatori di oli di oliva vergini, dei quali due riservati agli studenti dell’Istituto “Presta – Columella” di Lecce e altri due destinati ad imprenditori ed appassionati del settore olivicolo (corsi autorizzati dalla Regione Puglia, ai sensi del Decreto Mipaaf del 18 giugno 2014), mentre lo scorso 28 gennaio si è svolta una Tavola Rotonda sul tema “Una nuova olivicoltura nel Salento, dalla tradizione all’innovazione nel rispetto della sostenibilità economica e ambientale”, che ha approfondito alcune importanti tematiche legate alla nostra olivicoltura, con uno sguardo rivolto al futuro, nella consapevolezza delle innumerevoli implicazioni fitopatologiche in atto.

Gli studenti degli Istituti tecnici agrari “Presta – Columella” di  Lecce ed “Egidio Lanoce” di Maglie nelle settimane seguenti si sono confrontati sui temi trattati con i loro docenti e i rappresentanti delle Associazioni organizzatrici e le loro riflessioni saranno, quindi, illustrate nella Tavola Rotonda su “L’olivicoltura salentina e la sfida generazionale, il ruolo dell’istruzione agraria e della formazione universitaria”.

A seguito della Tavola Rotonda sarà stilato un documento di sintesi con cui si intende contribuire al rafforzamento e alla progressione delle conoscenze scientifiche e delle loro applicazioni in ragione di una fisiologica e auspicabile modernizzazione del settore olivicolo, fattore determinante per migliorare i redditi agricoli italiani che nel periodo 2005-2014 sono cresciuti ma solo del 14% rispetto alla media europea del 40%.

Sullo sfondo risulta chiaro qual è lo scenario dell’olivicoltura nel Salento che, nel rispetto  del paesaggio e dell’ambiente, deve saper essere anche innovativa e non aver paura del cambiamento. Per tale ragione occorre lavorare insieme per superare le resistenze che per troppo tempo hanno condizionato, a causa di individualismi e particolarismi, l’affermazione di un settore da tutti considerato fondamentale per lo sviluppo del territorio. Risulta quindi necessario che le nuove generazioni riflettano sull’importanza della collaborazione fra produttori, determinante per acquisire nuove conoscenze, per aumentare le capacità manageriali, per una maggiore qualità delle scelte e per qualificare sempre di più il prodotto in un percorso di crescita che eviti l’arretramento e l’impoverimento del settore olivicolo.

La Tavola Rotonda sarà preceduta da una Sessione dedicata alla presentazione dell’attività svolta dall’APOL nella seconda annualità in esecuzione del “Programma di attuazione dei Regg. UE 611-615/2014 nel triennio 2015/2018” e dalle relazioni  dei Proff. Salvatore Camposeo e Maria Lisa Clodoveo, dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, e si concluderà con la consegna degli Attestati di idoneità fisiologica all’assaggio ai partecipanti ai corsi per assaggiatori di oli di oliva vergini.

L'articolo L’Olivicoltura salentina e la sfida generazionale. Il ruolo dell’istruzione agraria e della formazione universitaria proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/lolivicoltura-salentina-la-sfida-generazionale-ruolo-dellistruzione-agraria-della-formazione-universitaria/feed/ 0