Economia e Lavoro – cortegrandeonline.it http://www.cortegrandeonline.it Periodico di informazione della provincia di Lecce Thu, 03 Jun 2021 08:29:05 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.7.23 Regione finanzia la legge sul Km0. Coldiretti: “Sterzata azzera burocrazia in agricoltura” http://www.cortegrandeonline.it/regione-finanzia-la-legge-sul-km0-coldiretti-sterzata-azzera-burocrazia-agricoltura/ http://www.cortegrandeonline.it/regione-finanzia-la-legge-sul-km0-coldiretti-sterzata-azzera-burocrazia-agricoltura/#respond Wed, 27 Dec 2017 10:49:31 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20542 “La burocrazia fa perdere fino a 100 giorni di lavoro all’anno che vengono sottratti all’attività degli agricoltori in un difficile momento di crisi – denuncia il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – e la Regione Puglia, con l’ultimo Bilancio di previsione ha voluto dare una sterzata ‘azzera burocrazia’, superando i cronici ritardi della Pubblica […]

L'articolo Regione finanzia la legge sul Km0. Coldiretti: “Sterzata azzera burocrazia in agricoltura” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
“La burocrazia fa perdere fino a 100 giorni di lavoro all’anno che vengono sottratti all’attività degli agricoltori in un difficile momento di crisi – denuncia il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – e la Regione Puglia, con l’ultimo Bilancio di previsione ha voluto dare una sterzata ‘azzera burocrazia’, superando i cronici ritardi della Pubblica Amministrazione nella gestione di taluni servizi, quali l’agevolazione fiscale per gli oli minerali (UMA) impiegati nei lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura, piscicoltura e nella florovivaistica, grazie al quale è facoltà dei soggetti che esercitano l’attività agricola, agromeccanica e di servizi a terzi la presentazione dell’istanza anche per il tramite dei Centri di assistenza agricola (CAA). Quindi, grazie all’articolo 43 della Finanziaria regionale gli agricoltori non aspetteranno più anche fino a 30 giorni per avere un libretto UMA, ma la pratica si esaurirà in poche ore. Le imprese agricole pugliesi hanno espresso chiare aspettative per il futuro, con il 62% che ha chiesto con forza proprio la semplificazione amministrativa che continuerà anche su altri fronti, grazie all’impegno della Regione Puglia di dare corso ai provvedimenti ‘azzera burocrazia’ approvati con delibera di giunta regionale n. 243 nel lontano 18 febbraio del 2013”.

Positivo il capitolo della Finanziaria regionale destinato allo smaltimento delle carcasse, conformemente alle norme igienico – sanitarie, per cui – dice Coldiretti Puglia – andrà scritta una legge ad hoc, su cui sono stati già raccolti consensi bipartisan.

“Aver finanziato la norma sul Km0 senza che sia ancora approdata in Consiglio regionale per l’approvazione della massima assise – aggiunge il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – è un chiaro segnale di quanto la Regione sia sensibile, concretamente e in maniera unanime, al delicato tema della sana alimentazione e risponda con grande responsabilità all’83 per cento dei genitori pugliesi, convinto che le mense pubbliche debbano offrire cibi più sani anche per educare le nuove generazioni alla sana e corretta alimentazione e tutelare la salute dei bambini. L’effetto nefasto di una cattiva alimentazione non è solo l’obesità perché il 35% dei tumori, secondo i dati della Lilt, si sviluppa a seguito di una alimentazione scorretta. Ciò dimostra l’importanza prioritaria di formare una vera e propria cultura della ‘buona e sana tavola’, educazione che deve partire necessariamente dall’età scolare per vivere meglio e più a lungo. I prodotti tradizionali e tipici rispondono all’esigenza di garantire sicurezza alimentare, tutela ambientale e salvaguardia della storia e del patrimonio di tradizioni del territorio”.

Il provvedimento ha disciplinato la complessità di azioni previste che intendono incentivare nuove forme di scambio – spiega Coldiretti Puglia – capaci di veicolare e promuovere le filiere corte limitando il numero degli intermediari, a partire da opportunità di incontro e da strumenti di cooperazione basati sul rapporto diretto tra chi produce e chi consuma e ha introdotto, inoltre, le modalità di concessione del marchio di filiera denominato «chilometro zero». Un segno distintivo ed una garanzia certificata che rappresentano un riconoscimento formale – conclude Coldiretti Puglia – della provenienza e della qualità dei prodotti da utilizzare sia sugli articoli alimentari che sui menù degli esercizi di ristorazione e nelle mense pubbliche.

L'articolo Regione finanzia la legge sul Km0. Coldiretti: “Sterzata azzera burocrazia in agricoltura” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/regione-finanzia-la-legge-sul-km0-coldiretti-sterzata-azzera-burocrazia-agricoltura/feed/ 0
“ATTIVAmente”: Giovani Imprenditori a scuola d’impresa http://www.cortegrandeonline.it/attivamente-giovani-imprenditori-scuola-dimpresa/ http://www.cortegrandeonline.it/attivamente-giovani-imprenditori-scuola-dimpresa/#respond Fri, 22 Dec 2017 14:18:26 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20504 Continua il progetto portato avanti congiuntamente dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce e Attiva Energia denominato “ATTIVAmente” che porta gli studenti degli Istituti secondari di primo e secondo grado della provincia di Lecce a “scuola d’impresa”: economia, imprenditorialità, etica d’impresa e del lavoro, innovazione sono solo alcune delle tematiche sulle quali si è cercato […]

L'articolo “ATTIVAmente”: Giovani Imprenditori a scuola d’impresa proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Continua il progetto portato avanti congiuntamente dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce e Attiva Energia denominato “ATTIVAmente” che porta gli studenti degli Istituti secondari di primo e secondo grado della provincia di Lecce a “scuola d’impresa”: economia, imprenditorialità, etica d’impresa e del lavoro, innovazione sono solo alcune delle tematiche sulle quali si è cercato di dare informazioni e suscitare curiosità e interesse.

Il progetto, realizzato nell’ambito delle iniziative del Novantennale, ha dato notevoli risultati e portato gli allievi ad acquisire maggiore consapevolezza sulla realtà delle imprese e sulle proprie possibilità, oltre a fornire un primo orientamento sul proprio futuro professionale.

Protagonisti dei momenti formativi di fine anno gli alunni della Scuola media Polo I di Casarano e i ragazzi dell’ITC Bachet di Copertino e dell’ITC Ezio Vanoni di Nardó, impegnati nel percorso di alternanza scuola/lavoro. Serrato il calendario che ha preso il via lunedì 18 dicembre con un tour presso Fablab Lecce, dove gli studenti hanno cominciato ad approcciare le nuove tecnologie produttive con stampa 3D e la realtà virtuale; hanno poi assistito alla presentazione della start-up Boboto, vincitrice di numerosi premi di eccellenza a livello nazionale. Martedì 19 è stato il momento della visita presso il Calzaturificio Elata, caso aziendale di assoluto successo, giunto ormai alla terza generazione. Il 20 dicembre Alessio Nisi, già vice presidente del Gruppo Giovani di Lecce, è stato il testimonial d’eccezione per la presentazione dell’azienda di famiglia ITO srl. Gli studenti, giovedì 21 dicembre, sono andati a lezione di educazione finanziaria, grazie alle indicazioni di Claudio Cacciapaglia di Banca Generali. Il ciclo di eventi si è chiuso oggi con una lezione su etica e responsabilità sociale d’impresa a cura di Attiva Energia, un’azienda del territorio che si occupa da 20 anni della vendita di gas metano in Puglia e con la quale il Gruppo Giovani ha condiviso il percorso formativo.

“L’impegno profuso nel progetto è notevole – ha detto il presidente del Gruppo Giovani di Confindustria Lecce Alessio Tundo – perché insieme ad Attiva Energia volevamo lasciare una traccia, un seme di ciò che è la vera realtà imprenditoriale agli studenti, che rappresentano il futuro. Con orgoglio e grande responsabilità abbiamo portato le imprese dentro le scuole, fornendo esempi positivi per le nuove generazioni che non devono perdere la speranza e la fiducia nel domani e in un lavoro possibile. Sono certo che questa fortunata collaborazione continuerà anche per il prossimo anno a sicuro vantaggio degli allievi delle scuole della provincia”.

L'articolo “ATTIVAmente”: Giovani Imprenditori a scuola d’impresa proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/attivamente-giovani-imprenditori-scuola-dimpresa/feed/ 0
Comdata, sciopero degli operatori call center: “Turni massacranti, orari insostenibili” http://www.cortegrandeonline.it/comdata-sciopero-degli-operatori-call-center-turni-massacranti-orari-insostenibili/ http://www.cortegrandeonline.it/comdata-sciopero-degli-operatori-call-center-turni-massacranti-orari-insostenibili/#respond Tue, 05 Dec 2017 10:26:13 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20174 Lo sciopero proclamato il 1° dicembre dalle segreterie provinciali di SLC CGIL, FISTEL CISL e UILCOM unitamente alla RSU di COMDATA Lecce, durerà fino a domenica 10 dicembre. I lavoratori con contratto full time e part time a trenta ore si sono astenuti dal lavoro nelle ultime due ore di ogni turno, mentre tutte le […]

L'articolo Comdata, sciopero degli operatori call center: “Turni massacranti, orari insostenibili” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Lo sciopero proclamato il 1° dicembre dalle segreterie provinciali di SLC CGIL, FISTEL CISL e UILCOM unitamente alla RSU di COMDATA Lecce, durerà fino a domenica 10 dicembre. I lavoratori con contratto full time e part time a trenta ore si sono astenuti dal lavoro nelle ultime due ore di ogni turno, mentre tutte le altre tipologie contrattuali nell’ultima ora di ogni turno. I sindacati hanno tenuto un presidio davanti alla sede del grande call-center in cui lavorano circa 1.300 dipendenti.

“Lo sciopero di questi lavoratori si inserisce in una tematica che non è nuova, – dichiara Salvatore Labriola, segretario generale Slc Cgil Lecce – pensiamo per esempio ai lavoratori del commercio costretti a lavorare nei supermercati la domenica o all’ultima vertenza nazionale che riguarda i lavoratori di Amazon. Questa vertenza reclama tempi di vita e tempi di lavoro coniugabili, perché lo schiacciamento non solo dei turni ma anche della flessibilità è arrivata a livelli insopportabili. Assistiamo ad un fenomeno particolare: non è l’azienda a dichiarare esuberi o licenziamenti collettivi, come accade in altre aziende del settore, ma sono i lavoratori a presentare dimissioni volontarie”.

Giovanni Bramato, segretario generale Fistel Cisl Lecce, spiega che si è arrivati allo sciopero “perché l’azienda non ha recepito in questi mesi di trattativa le istanze e le esigenze espresse dai lavoratori attraverso le organizzazioni sindacali. Ormai la flessibilità è insostenibile, al punto da non consentire più la conciliazione necessaria tra tempi di vita e tempi di lavoro. Ci auguriamo che con questo primo atto forte, duro, si riesca a trovare nuovamente un confronto con la controparte per trovare soluzioni ragionevoli per tutte le parti in gioco”. Secondo Massimo Passabì, segretario della Uilcom Uil Lecce, “Siamo arrivati allo sciopero perché le proposte fatte dall’azienda non sono state recepite dai lavoratori. Apprezziamo lo sforzo fin qui fatto da azienda e sindacati per giungere ad una soluzione che permetta una conciliazione vita-lavoro ai lavoratori di Comdata più consona alle aspettative di ogni persona. Speriamo con lo sciopero di riaprire il tavolo delle trattative che ci permetta di portare a compimento questa lotta”.

Turni sbilanciati su orari pomeridiani, serali e notturni, domeniche lavorative per oltre due mesi consecutivi, turni di otto ore spezzati (sino a quattro ore di intervallo tra una prestazione e l’altra nella stessa giornata), richieste di orario straordinario e supplementare ossessive e continue a tal punto da configurarsi non più come eccezionali. Una flessibilità divenuta insostenibile che ha spinto il Sindacato ad aprire una vertenza che dura ormai da diversi mesi e che non ha mai trovato interlocutori disponibili a trovare soluzioni che rispondessero alle esigenze dei lavoratori.

La risposta aziendale, che i turni di lavoro sono modulati esclusivamente sui cosiddetti “picchi di traffico”, è comprensibile ma non è sufficiente per le esigenze di questo sito, si dovrebbe invece implementare con lavorazioni presenti anche su altri territori che prevedono attività anche in orari mattutini. Le organizzazioni sindacali sospettano infatti che il sito di Lecce sia stato “scelto” per sperimentare nuove forme di flessibilità che in altri siti non hanno trovato proposizione e applicazione. Si assiste sempre più frequentemente a richieste di riduzione dell’orario di lavoro da parte di lavoratori nella speranza di conciliare meglio i tempi familiari e lavorativi, a diversi casi di dimissioni volontarie, a richieste continue di spostamento di commessa. Lo sciopero rappresenta quindi una prima necessaria e dolorosa risposta, sapendo che questo percorso si prospetta lungo e difficile, ma che non impedisce alla parte datoriale di ripristinare il confronto coi sindacati, che sempre a Lecce sono stati in grado di trovare soluzioni costruttive e soddisfacenti per tutte le parti in gioco.

L'articolo Comdata, sciopero degli operatori call center: “Turni massacranti, orari insostenibili” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/comdata-sciopero-degli-operatori-call-center-turni-massacranti-orari-insostenibili/feed/ 0
Comdata, scatta una settimana di sciopero: “non è flessibilità” http://www.cortegrandeonline.it/comdata-scatta-settimana-sciopero-non-flessibilita/ http://www.cortegrandeonline.it/comdata-scatta-settimana-sciopero-non-flessibilita/#respond Sat, 02 Dec 2017 14:13:44 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20136 Gli operatori di Comdata saranno in sciopero dal 4 al 10 dicembre. Questa è la decisione presa dai rappresentanti sindacali come azione di protesta contro il regime di flessibilità adottato dall’azienda. Nelle assemblee che si sono svolte, i rappresentanti dei lavoratori hanno verificato l’impossibilità di trovare soluzioni. Insomma troppa distanza tra le parti, sulle varie proposte messe sul tavolo. “Lo sciopero – dicono i sindacati – […]

L'articolo Comdata, scatta una settimana di sciopero: “non è flessibilità” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Gli operatori di Comdata saranno in sciopero dal 4 al 10 dicembre. Questa è la decisione presa dai rappresentanti sindacali come azione di protesta contro il regime di flessibilità adottato dall’azienda. Nelle assemblee che si sono svolte, i rappresentanti dei lavoratori hanno verificato l’impossibilità di trovare soluzioni. Insomma troppa distanza tra le parti, sulle varie proposte messe sul tavolo.

“Lo sciopero – dicono i sindacati – rappresenta quindi una prima necessaria e dolorosa risposta, sapendo che questo percorso si prospetta lungo e difficile, ma che non impedisce alla parte datoriale di ripristinare il confronto con le organizzazioni sindacali che sempre a Lecce sono state in grado di trovare soluzioni costruttive e soddisfacenti per tutte le parti in gioco».

Nella nota diramata, i lavoratori spiegano le condizioni a cui sono sottoposti: “Turni sbilanciati su orari pomeridiani, serali e notturni, domeniche lavorative per oltre due mesi consecutivi, turni di otto ore spezzati (sino a 4 ore di intervallo tra una prestazione e l’altra nella stessa giornata), richieste di orario straordinario e supplementare ossessive e continue a tal punto da configurarsi non più come eccezionali. Una flessibilità divenuta insostenibile che ha spinto il sindacato ad aprire una vertenza che dura ormai da diversi mesi e che non ha mai trovato interlocutori disponibili a trovare soluzioni che rispondessero alle esigenze dei lavoratori. La risposta aziendale, che i turni di lavoro sono modulati esclusivamente sui cosiddetti picchi di traffico, è comprensibile ma non è sufficiente per le esigenze di questo sito, si dovrebbe invece implementare con lavorazioni presenti anche su altri territori che prevedono attività anche in orari mattutini”.

“Assistiamo, infatti, a richieste di riduzione dell’orario di lavoro da parte di lavoratori nella speranza di conciliare meglio i tempi familiari e lavorativi, a diversi casi di dimissioni volontarie, a richieste continue di spostamento di commessa nella speranza di trovare un equilibrio più accettabile e delle lavorazioni meno faticose”.

L'articolo Comdata, scatta una settimana di sciopero: “non è flessibilità” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/comdata-scatta-settimana-sciopero-non-flessibilita/feed/ 0
Vertenza Monteco: fissato incontro tra azienda e rappresentanti sindacali http://www.cortegrandeonline.it/vertenza-monteco-fissato-incontro-azienda-rappresentanti-sindacali/ http://www.cortegrandeonline.it/vertenza-monteco-fissato-incontro-azienda-rappresentanti-sindacali/#respond Fri, 01 Dec 2017 14:07:16 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20121 Dopo lo sciopero dello scorso 29 novembre, i dipendenti dell’azienda Monteco, che si occupa del servizio di raccolta dei rifiuti nella città di Lecce, annunciano una nuova mobilitazione nelle prossime settimane. I lavoratori rivendicano le continue inadempienze dell’azienda, in particolare il mancato riscontro dei versamenti ai Fondi di previdenza e soprattutto una mancanza di dialogo con la parte datoriale. […]

L'articolo Vertenza Monteco: fissato incontro tra azienda e rappresentanti sindacali proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Dopo lo sciopero dello scorso 29 novembre, i dipendenti dell’azienda Monteco, che si occupa del servizio di raccolta dei rifiuti nella città di Lecce, annunciano una nuova mobilitazione nelle prossime settimane. I lavoratori rivendicano le continue inadempienze dell’azienda, in particolare il mancato riscontro dei versamenti ai Fondi di previdenza e soprattutto una mancanza di dialogo con la parte datoriale.

Questa mattina, l’assessore all’ambiente Carlo Mignone e il dirigente al ramo Fernando Bonocuore hanno incontrato i vertici della ditta Monteco srl, per discutere i punti delle rivendicazioni sindacali avanzate dai dipendenti dell’azienda. Alla fine dell’incontro, la ditta Monteco si è detta disponibile ad incontrare e a confrontarsi con i rappresentanti dei sindacati. L’incontro è fissato per giovedì 7 dicembre alle ore 12 a Palazzo Carafa.

Abbiamo chiesto e ottenuto un incontro tra le due parti – dichiara l’assessore Mignone – affinché si faccia chiarezza attraverso un confronto civile. L’obiettivo è quello di mettere sul tavolo le richieste, le contestazioni e le esigenze di tutti e trovare delle soluzioni che tutelino sia l’azienda sia i lavoratori. La città non può permettersi di restare per intere giornate senza questo indispensabile servizio che garantisce la pulizia e il decoro. Siamo fiduciosi che quest’incontro possa essere chiarificatore e scongiurare altre giornate di sciopero”.

L'articolo Vertenza Monteco: fissato incontro tra azienda e rappresentanti sindacali proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/vertenza-monteco-fissato-incontro-azienda-rappresentanti-sindacali/feed/ 0
Unisalento, “Settimana del lavoro”: occasione per studenti e neolaureati http://www.cortegrandeonline.it/unisalento-settimana-del-lavoro-occasione-studenti-neolaureati/ http://www.cortegrandeonline.it/unisalento-settimana-del-lavoro-occasione-studenti-neolaureati/#respond Thu, 30 Nov 2017 12:03:12 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20084 Grande successo per la quarta edizione della “Settimana del lavoro”, organizzata dall’Ufficio Career Service dell’Università del Salento, che ha permesso di mettere in contatto studenti e imprese che vogliono trovare i propri collaboratori nell’Università. Un ciclo di incontri, per studenti e neolaureati, per conoscere potenziali datori di lavoro, per farsi conoscere, per fare apprezzare le proprie capacità […]

L'articolo Unisalento, “Settimana del lavoro”: occasione per studenti e neolaureati proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Grande successo per la quarta edizione della “Settimana del lavoro”, organizzata dall’Ufficio Career Service dell’Università del Salento, che ha permesso di mettere in contatto studenti e imprese che vogliono trovare i propri collaboratori nell’Università. Un ciclo di incontri, per studenti e neolaureati, per conoscere potenziali datori di lavoro, per farsi conoscere, per fare apprezzare le proprie capacità e competenze.

Un’occasione importante per studenti e laureati per capire quali siano le reali prospettive occupazionali e per scoprire i protagonisti dell’economia locale e nazionale. L’iniziativa concretizza la collaborazione fra l’università e le realtà aziendali del territorio.

Oltre 800 studenti e laureati, hanno partecipato alle presentazioni aziendali e alle tavole rotonde tenutesi presso l’IBIL di Ecotekne a Lecce. Grande affluenza anche per l’ultimo incontro presso l’Aula Y1, nel quale 400 ragazzi degli ultimi anni delle scuole superiori hanno seguito la presentazione delle Start Up, delle innovazioni e delle applicazioni che nascono dall’“ecosistema” universitario salentino.

immagine di repertorio

Il momento centrale della manifestazione, come nelle edizioni precedenti, sono stati i colloqui diretti con le aziende. Circa 50 le realtà – dalle multinazionali fino alle cooperative, con una buona rappresentanza di imprese pugliesi e salentine – che hanno incontrato laureandi e laureati. Se è vero che le figure professionali cercate sono state soprattutto quelle attinenti all’area tecnica come Ingegneria e Informatica, non sono mancate le richieste di laureati anche in tutte le altre discipline, incluse quelle umanistiche. Tutte le aziende hanno ricevuto richieste di interesse, che in alcuni casi hanno superato le 80 prenotazioni per il colloquio.

“Puntiamo ad avere un coinvolgimento sempre più ampio di imprese ed enti – afferma il Referente per il Job Placement, Angelo Salento – non soltanto sotto il profilo quantitativo, ma anche sotto il profilo della qualità delle opportunità messe in campo. La nostra Università offre competenze di alta formazione e specializzazioni di pregio, e offre inoltre opportunità di incontro fra laureati e aziende. È una premessa importante per dare slancio alle prospettive occupazionali, e occorre che il tessuto economico e istituzionale del territorio la prenda sul serio”.

L'articolo Unisalento, “Settimana del lavoro”: occasione per studenti e neolaureati proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/unisalento-settimana-del-lavoro-occasione-studenti-neolaureati/feed/ 0
Sciopero lavoratori Monteco, l’Amministrazione incontra i rappresentanti sindacali e delle RSU http://www.cortegrandeonline.it/sciopero-lavoratori-monteco-lamministrazione-incontra-rappresentanti-sindacali-delle-rsu/ http://www.cortegrandeonline.it/sciopero-lavoratori-monteco-lamministrazione-incontra-rappresentanti-sindacali-delle-rsu/#respond Mon, 27 Nov 2017 14:51:34 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=20030 I lavoratori della Monteco, in sciopero per l’intera giornata di oggi, sono scesi per le strade di Lecce per protestare contro le “continue e costanti inadempienze dell’azienda” che gestisce il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti. Le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Fiadel e Ugl, contestano in particolare: il mancato riscontro dei versamenti […]

L'articolo Sciopero lavoratori Monteco, l’Amministrazione incontra i rappresentanti sindacali e delle RSU proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
I lavoratori della Monteco, in sciopero per l’intera giornata di oggi, sono scesi per le strade di Lecce per protestare contro le “continue e costanti inadempienze dell’azienda” che gestisce il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti.

Le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Fiadel e Ugl, contestano in particolare: il mancato riscontro dei versamenti ai Fondi di previdenza complementare; la mancata discussione in merito ai carichi di lavoro e continue illegittime contestazioni; mancata discussione dell’organizzazione dei servizi; la mancata discussione sulla composizione delle squadre operative e delle attrezzature; il mancato riscontro in merito alla fornitura periodica degli indumenti di lavoro.

La protesta degli addetti al servizio per il cantiere di Lecce è partita dal foro Boario fino ad arrivare a Palazzo Carafa, dove i lavoratori hanno chiesto di incontrare il sindaco Carlo Salvemini. Accolto la richiesta, il vicesindaco Alessandro Delli Noci, l’assessore all’ambiente Carlo Mignone e il dirigente al ramo Fernando Bonocuore hanno incontrato i rappresentati dei sindacati e delle RSU dei lavoratori Monteco.

“Questa mattina – dichiara l’assessore Mignone – abbiamo avuto un confronto con i rappresentanti dei sindacati e delle RSU che hanno prodotto le ragioni dei lavoratori Monteco, i quali lamentano prevalentemente una mancanza di dialogo con la parte datoriale. Abbiamo chiesto una relazione dettagliata su quelle che, secondo i lavoratori, sarebbero le mancanze della ditta. Convocheremo al più presto un incontro con Monteco, per confrontarci con l’azienda e per capire le ragioni e il punto di vista della stessa. Il nostro obiettivo, come Amministrazione, è quello di istituire un tavolo di concertazione al quale far partecipare e confrontare i vertici dell’azienda e i rappresentanti dei sindacati e delle RSU, al fine di trovare le soluzioni che tutelino l’azienda, i lavoratori e che assicurino il massimo decoro alla città”.

L'articolo Sciopero lavoratori Monteco, l’Amministrazione incontra i rappresentanti sindacali e delle RSU proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/sciopero-lavoratori-monteco-lamministrazione-incontra-rappresentanti-sindacali-delle-rsu/feed/ 0
Maltempo nel Salento, inizia la conta dei danni sulle colture http://www.cortegrandeonline.it/maltempo-nel-salento-inizia-la-conta-dei-danni-sulle-colture/ http://www.cortegrandeonline.it/maltempo-nel-salento-inizia-la-conta-dei-danni-sulle-colture/#respond Mon, 20 Nov 2017 10:24:08 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=19931 Dopo l’ondata di maltempo che ha interessato tutto il Salento, inizia la conta dei danni sulle colture. La pioggia incessante e le forti raffiche di vento nella provincia di Lecce, Torchiarolo in provincia di Brindisi e alcune aree della provincia di Taranto ha lasciato alle spalle campi allagati, danni alle strutture e ortaggi in asfissia e […]

L'articolo Maltempo nel Salento, inizia la conta dei danni sulle colture proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Dopo l’ondata di maltempo che ha interessato tutto il Salento, inizia la conta dei danni sulle colture. La pioggia incessante e le forti raffiche di vento nella provincia di Lecce, Torchiarolo in provincia di Brindisi e alcune aree della provincia di Taranto ha lasciato alle spalle campi allagati, danni alle strutture e ortaggi in asfissia e solo nei prossimi giorni, segnala Coldiretti Puglia, sarà possibile accedere nuovamente alle campagne per poter fare una puntuale conta dei danni.

“Lungo il versante jonico della provincia di Lecce ed in particolare sui comuni di Salve, Morciano di Leuca, Ugento, Taurisano, Casarano, Gallipoli, Ruffano, Supersano, Gagliano del Capo, Castrignano del Capo, Patù, Tricase – spiega il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – la pioggia ha iniziato a cadere sin da 10 giorni fa, prima in misura continua e blanda, poi negli ultimi 4 giorni ci sono state bombe d’acqua e forti raffiche di vento che hanno causato la caduta delle olive, il cedimento di alcune serre e si è fermata la semina di patate e ortaggi. I campi non sono accessibili, dunque, da 10 giorni con la conseguenza che la raccolta delle olive superstiti, perché fortunatamente non sono state spazzate via dalla violenza del vento, si è fermata, il prodotto sta maturando sugli alberi e i frantoi sono chiusi”.

Disastrosi gli effetti sui campi della tropicalizzazione del clima – continua Coldiretti Puglia – che azzera in pochi attimi gli sforzi degli agricoltori che perdono produzione e al contempo subiscono l’aumento dei costi a causa delle necessarie risemine, ulteriori lavorazioni, acquisto di piantine e sementi e utilizzo aggiuntivo di macchinari e carburante. Gli imprenditori si trovano ad affrontare fenomeni controversi, dove in poche ore si alternano eccezionali ondate di maltempo a caldo fuori stagione.

“Anche in provincia di Taranto a Sava, San Marzano, Ginosa – segnala il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – si è fermata la raccolta delle olive perché i campi sono allagati. A Torchiarolo una violenta tromba d’aria ha fatto crollare i muretti a secco e il ‘mare di acqua’ caduto ha letteralmente sommerso gli ortaggi che sono in evidente asfissia. Di fronte al ripetersi di queste situazioni imprevedibili diventa sempre più strategico il ricorso all’assicurazione, quale strumento per la migliore gestione del rischio. E’ stato potenziato il servizio di assistenza tecnica alle aziende per la difesa delle colture dalle avversità meteoriche e per il supporto alle scelte operative aziendali. In questo contesto è fondamentale riconoscere agli imprenditori agricoli un ruolo incisivo nella gestione del territorio, dell’ambiente e delle aree rurali”.

I violenti temporali confermano i cambiamenti climatici in atto che in Italia – conclude Coldiretti Puglia – si manifestano con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi anche con il rapido passaggio dalla siccità all’alluvione, precipitazioni brevi e violente accompagnate da bombe d’acqua con effetti devastanti sulle coltivazioni e sulla stabilità idrogeologica del territorio.

L'articolo Maltempo nel Salento, inizia la conta dei danni sulle colture proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/maltempo-nel-salento-inizia-la-conta-dei-danni-sulle-colture/feed/ 0
Si avvicina il Black Friday 2017, anche a Lecce scattano le super offerte http://www.cortegrandeonline.it/si-avvicina-black-friday-2017-anche-lecce-scattano-le-super-offerte/ http://www.cortegrandeonline.it/si-avvicina-black-friday-2017-anche-lecce-scattano-le-super-offerte/#respond Wed, 15 Nov 2017 11:03:08 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=19869 Sta per arrivare l’attesissimo Black Friday 2017 per la felicità degli amanti dello shopping. La giornata più famosa di offerte commerciali, con promozioni e saldi, ormai diffusa in tutto il mondo, ritorna anche quest’anno nel Salento. Il Black Friday ritorna a Lecce per il secondo anno consecutivo e si terrà il venerdì 24 novembre 2017. L’appuntamento tanto atteso è una grande […]

L'articolo Si avvicina il Black Friday 2017, anche a Lecce scattano le super offerte proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Sta per arrivare l’attesissimo Black Friday 2017 per la felicità degli amanti dello shopping. La giornata più famosa di offerte commerciali, con promozioni e saldi, ormai diffusa in tutto il mondo, ritorna anche quest’anno nel Salento.

Il Black Friday ritorna a Lecce per il secondo anno consecutivo e si terrà il venerdì 24 novembre 2017. L’appuntamento tanto atteso è una grande opportunità per attirare nuovi clienti, proponendo occasioni d’acquisto introvabili durante tutto l’anno.

All’iniziativa, promossa da Federmoda e Confcommercio Lecce, possono prenderne parte tutti gli Associati titolari di negozi di abbigliamento e calzature della Provincia. Gli Associati Confcommercio Lecce titolari di attività commerciali che hanno aderito alla scorsa edizione del Black Friday, hanno riscontrato mediamente un incremento di oltre il 20% delle vendite nella giornata oltre a nuova clientela all’interno delle loro attività, reputando più che positiva l’esperienza fatta.

Già a partire dalle ore 21:30 di Giovedì 23 Novembre, sarà possibile vedere tutte le promozioni e gli sconti speciali applicati per l’occasione, sia nella sezione Black Friday che sulla pagina Facebook di Confcommercio Lecce (www.facebook.it/confcommerciolecce).

Per maggiori informazioni e adesioni è possibile contattare gli uffici Confcommercio Lecce al numero 0832/345146 – o scrivendo una email all’indirizzo lecce@confcommercio.it

L'articolo Si avvicina il Black Friday 2017, anche a Lecce scattano le super offerte proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/si-avvicina-black-friday-2017-anche-lecce-scattano-le-super-offerte/feed/ 0
Le aziende agricole sono sempre più al femminile. Coldiretti Puglia: “un’impresa su quattro è donna” http://www.cortegrandeonline.it/le-aziende-agricole-sempre-piu-al-femminile-coldiretti-puglia-unimpresa-quattro-donna/ http://www.cortegrandeonline.it/le-aziende-agricole-sempre-piu-al-femminile-coldiretti-puglia-unimpresa-quattro-donna/#respond Mon, 13 Nov 2017 10:40:46 +0000 http://www.cortegrandeonline.it/?p=19826 Le quote rosa nell’imprenditoria agricola in Puglia sono aumentate fino al 25%, ossia 1 impresa su 4 è donna. Un successo imprenditoriale evidenziato dai dati dell’Osservatorio dell’imprenditorialità femminile di Unioncamere-InfoCamere, le aziende sono aumentate di 2.307 unità in 3 anni dal 2014 al 2017. “Le imprese rosa in Puglia battono, dunque, la crisi con un andamento superiore alla […]

L'articolo Le aziende agricole sono sempre più al femminile. Coldiretti Puglia: “un’impresa su quattro è donna” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
Le quote rosa nell’imprenditoria agricola in Puglia sono aumentate fino al 25%, ossia 1 impresa su 4 è donna. Un successo imprenditoriale evidenziato dai dati dell’Osservatorio dell’imprenditorialità femminile di Unioncamere-InfoCamere, le aziende sono aumentate di 2.307 unità in 3 anni dal 2014 al 2017.

“Le imprese rosa in Puglia battono, dunque, la crisi con un andamento superiore alla media – commenta la Vice Responsabile Nazionale di Coldiretti Donne Impresa, la pugliese Floriana Fanizza – perché risultano capaci di adeguarsi alla richieste del mercato e dei consumatori, cambiando, se necessario, addirittura attività produttiva. La riprova è nella presenza massiccia nei Mercati e negli Agriturismi di Campagna Amica, dove fanno la differenza in termini di accoglienza e capacità di vendita. Si tratta di esperienze nate autonomamente dietro forti personali motivazioni etiche, sociali, civili, di imprenditori che stanno portando avanti una funzione di interesse collettivo, in uno scenario in cui spesso l’assenza di normative regionali di riferimento impedisce il loro riconoscimento e conseguentemente causa la difficile misurazione quantitativa di queste realtà. Per questo il 14 novembre, guidate dalla Presidente Nazionale Ansaloni, saremo accolte dalla Presidente della Camera Boldrini per testimoniare la vivacità delle imprese rosa in agricoltura e la necessità di politiche per la conciliazione vita-lavoro”.

I dati statistici dimostrano che l’occupazione al femminile in agricoltura non è vista come la semplice perpetuazione di una tradizione o, peggio, come un ripiego occupazionale di scarso pregio.

“Sono poche le donne impiegate in agricoltura che hanno un genitore che opera nello stesso campo – continua il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – e ciò vuol dire che non è un lavoro ereditato o un ripiego occupazionale, ma un mestiere scelto. Una scelta portata avanti per reale passione, ma anche per spirito imprenditoriale. Per una imprenditrice, tra l’altro, l’attività in agricoltura, la cui sede coincide sovente con la residenza familiare, consente di fondere facilmente impegni familiari e professionali”.

Le donne che lavorano in aziende agricole, delle quali sono spesso alla guida, dichiarano di percepire una soddisfazione rilevante da tale occupazione.

“L’agriturismo è donna, così come la vendita diretta. Nell’attività agrituristica – conclude il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – le donne rappresentano circa il 46% del totale e sono in continuo aumento, raffigurando una risorsa importante che conferma scelte di vita e di alta professionalità. Sono il filo che unisce tradizione e innovazione, la famiglia con l’imprenditoria femminile. L’aumento del numero delle donne ai vertici delle aziende agrituristiche o impegnate nella vendita diretta, come dimostrato dalla grande partecipazione a Mercati, Agriturismi e Botteghe di Campagna Amica, fotografa la capacità delle imprenditrici di affacciarsi in modo concreto e nuovo all’agricoltura multifunzionale”.

L'articolo Le aziende agricole sono sempre più al femminile. Coldiretti Puglia: “un’impresa su quattro è donna” proviene da cortegrandeonline.it.

]]>
http://www.cortegrandeonline.it/le-aziende-agricole-sempre-piu-al-femminile-coldiretti-puglia-unimpresa-quattro-donna/feed/ 0